Acquisto Antiquariato
Stime, perizie e valutazioni gratuite
Acquisto Antiquariato, Stime, Perizie e Valutazioni Gratuite, Pagamenti Immediati

Acquistiamo opere Timo Bortolotti
Statue, Sculture e Bronzi, Antiquariato - Valutazioni immediate



Nome(*):
eMail(*):
Telefono(*):
Artista:
Oggetti(*):
Foto/Immagini:
Accetto(*): Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy ai sensi degli Artt. 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità ivi indicate.
(*) - Campi Obbligatori


Acquisto Statue, Sculture e Bronzi e opere di Timo Bortolotti


Stime, perizie e valutazioni su richiesta tramite l'apposito modulo qui di fianco, oppure tramite invio di foto
a numero Whatsapp +39.338.6133623.

Se possiedi delle opere di Timo Bortolotti e sei interessato a venderle oppure vuoi conoscere il loro valore, la stima di mercato e/o il prezzo di vendita, non esitare a contattarci.

Abbiamo sedi in Roma e Todi a Perugia, ma possiamo spostarci su tutto il territorio nazionale ed internazionale.

Assicuriamo trattative riservate, massima affidabilità e serietà in tutte le transazioni di vendita.

L'artista Timo Bortolotti, la biografia e le opere


Timoteo "Timo" Bortolotti (Darfo, 15 giugno 1884 – Milano, 15 ottobre 1954) è stato uno scultore italiano.

Era figlio di Angelo, conoscitore del marmo e gestore di alcune cave di porfido nella Valle Camonica, al quale subentrò nell'attività dopo la morte, avvenuta nel 1892.

Prima di partire per la Prima guerra mondiale, frequenta l'Accademia di Brera per un breve periodo. Subito dopo, a Brescia si afferma come scultore e realizza il Monumento ai caduti del Passo del Tonale (1923). Nel 1924 si trasferisce a Milano: a contatto con il Novecento Italiano, il suo originario verismo si indirizza verso un classicismo austero. Realizza nel 1925 il monumento ai caduti a Castel Goffredo. Nel 1930 è invitato, per la prima volta, alla XVII Esposizione internazionale d'arte di Venezia e, di conseguenza, si moltiplicano le commissioni pubbliche. Nel 1932 la Galleria d'arte moderna di Milano acquista una sua opera. Il 1935 è l'anno dei riconoscimenti: gli viene assegnato il premio Savoia-Barbante di Roma, tiene la sua prima personale alla galleria Dedalo di Milano e partecipa alla Seconda Quadriennale nazionale d’arte di Roma. L'anno successivo parte per l'Africa.

Nel 1936 sue opere sono esposte a "Mostre d'arte in risaia", a Mortara, alla VII Sindacale a Milano e all'Esposizione alla Zattera ai Navigli. Nel 1937 riceve il Gran premio all'Esposizione Internazionale di Parigi.

CONTATTA ACQUISTO ANTIQUARIATO


Roma | Perugia
Torna SU